Filosofarti

L’installazione realizzata da Urbansolid per il workshop di Stoà

«E’ il quarto anno che realizziamo un lavoro di questo tipo durante Filosofarti -spiega Roberta Rotondo, direttrice del centro giovanile- e per questa edizione abbiamo chiamato il duo di Urban Solid». E così l’installazione pensata dai due artisti di Busto Arsizio ha cercato di identificare uno dei maggiori vizi di oggi: il denaro. «Proprio per questo abbiamo pensato ad Adamo ed Eva, i due progenitori dell’umanità, tutti ricoperti d’oro con la mela sopra di loro -continua Rotondo- chiedendoci se questo è ciò che stiamo diventando».

Un’interrogazione verso i tanti che passano da quella zona e che già in questi giorni si sono fermati a chiacchierare con la dozzina di ragazzi che hanno preso parte al workshop. «Un lavoro che quest’anno è stato ancora più ricco dal momento che il laboratorio di Urban Solid è a Busto -continua la direttrice di Stoà- e quindi abbiamo lavorato insieme in tutte le fasi della creazione dell’opera».

Un muro, quello di viale Piemonte, che anno dopo anno si è arricchito di diversi murales per quella che veniva immaginata come “la via del bello” della città.

Leggi l’articolo su Varese News