OUT – URBAN MUSEUM

OUT, una mostra unica nel suo genere, nasce dalla volontà di riportare l’arte in strada senza mezzi termini.

La nuova sfida di Urbansolid è quella di utilizzare un muro di Milano e trasformarlo in un museo, inventando un percorso che accompagna il cittadino in una dimensione tra arte e degrado metropolitano, con la creazione di un precedente urbano fuori dagli schemi.

Out è un museo aperto a tutti 24 ore su 24. Un percorso espositivo di quattordici opere firmato Urbansolid lungo via Pontano, vicino a via Padova, su uno dei ‘Muri liberì del Comune di Milano. Il duo artistico famoso per aver tappezzato le pareti di edifici e ponti della città con sculture di gesso, come quelle di Adamo ed Eva e dei supereroi, propone con Out diverse opere provocatorie. Dal gabinetto con dentro un uomo d’affari alla cassaforte aperta che mostra a tutti il suo contenuto, passando per la “selfie zone” e i simboli social, fino ad arrivare a uomini di gesso a grandezza naturale. Una galleria a cielo aperto dove c’è posto anche per altri artisti. Perché, insieme alle installazioni degli Urbansolid, si possono ammirare anche i murales dei writer e degli street artist che nei mesi precedenti hanno utilizzato il muro di via Pontano come una tela, arricchendolo di disegni e colori. “Se tra i nostri obiettivi c’è sempre stato quello di donare arte alla città – spiegano gli Urbansolid – questa volta, abbiamo voluto regalare un intero museo” (Claudia Zanella)

Leggi l’articolo sulla Repubblica.it